Quello che vivere in quattro paesi mi ha insegnato, una donna di colore, sulla polizia in America

  • Godfrey King
  • 0
  • 4537
  • 1481

Essendo cresciuto in un quartiere del Bronx, New York che era dilagante di povertà, criminalità e abusi, ero perlopiù euforico nel vedere gli ufficiali che pattugliavano le strade, anche se a volte li consideravo con paura.

Non riesco a contare a quanti arresti ho assistito nella mia vita.

L'intero quartiere sembrava essere sempre in massima allerta con ragazzi e uomini che correvano per salvarsi la vita, per paura di essere placcati, picchiati, macellati o colpiti dagli agenti in borghese che si precipitavano a sorvegliare le strade.

CORRELATO: Come donna di colore, l'ipocrisia della polizia del Campidoglio degli Stati Uniti non mi sorprende affatto

Ricordo la mia prima interazione con le forze dell'ordine come se fosse ieri.

Avevo quindici anni e pregai il mio severo padre di avere il permesso di partecipare a un ballo in una scuola per soli maschi a Mount Vernon, appena fuori dal Bronx.

L'unica condizione era che sarei dovuto essere a casa entro le 22:00. Sono stata presa da due ragazze della scuola e una delle loro madri. Dopo che la mamma ci ha lasciati, una delle ragazze ha salutato qualcuno in un'auto in attesa.

Un ragazzo ha abbassato il finestrino e ci ha fatto cenno di entrare. “Ci rilasseremo con il mio ragazzo e i suoi amici. Ci riporteranno qui più tardi. Dai. Entra ", rispose.

Usando il mio miglior giudizio, ho deciso di non farlo. Piena di ansia, ho camminato lungo il vialetto buio e ho consegnato i miei soldi al portiere. Ha poi chiesto di vedere la mia carta d'identità studentesca, che ho dimenticato di portare. Mi è stato negato l'ingresso. Si è scusato, poi ha chiuso la porta.

Ero lì, a 15 anni e bloccato in un quartiere buio. Non avevo nemmeno un cellulare. In preda al panico, ho aspettato che arrivassero altre macchine nella speranza di poter usare un telefono per chiamare mio padre e poi chiamare un taxi. Alla fine ho deciso di tornare a casa a piedi.

Una macchina della polizia si è fermata accanto a me proprio mentre stavo tornando a casa.

L'ufficiale sul sedile del passeggero ha chiesto dove stavo andando, a cui ho spiegato la mia situazione. “Non dovresti andare in giro da solo, tesoro. Non è sicuro. Entra. Ti portiamo a casa. "

E ha fatto proprio questo. Sono arrivato a casa sano e salvo.

Anche la mia seconda interazione con le forze dell'ordine è stata positiva.

Stavo camminando verso la biblioteca quando un uomo ha strappato il cellulare dalla mia mano ed è corso nei progetti di edilizia abitativa.

Scosso, sono corso al distretto di polizia più vicino e ho fatto un rapporto. Due detective mi hanno aiutato a cercare il bandito inutilmente. Tuttavia, sono rimasto soddisfatto del livello di comfort e supporto che hanno fornito.

Qualsiasi circostanza successiva ha seguito lo stesso modello esemplare di professionalità che molti agenti di polizia sostengono.

I "buoni" poliziotti non sono sufficienti. Abbiamo bisogno di una profonda riforma del sistema giudiziario, compresa l'abolizione della polizia come la conosciamo in America.

- MomOfYourFriendGroup (@lilmeowmaid) 11 gennaio 2021

CORRELATO: Perché sostengo la vita dei neri è importante anche se entrambi i miei genitori sono agenti di polizia

L'ultima interazione è avvenuta fuori da una stazione della metropolitana a Rego Park, nel Queens, circa 10 anni dopo che sono stato aggredito. Non è stato positivo.

Un uomo mi ha aggredito mentre aspettavo il mio passaggio a una festa di compleanno. Mi ha afferrato il polso e ha iniziato a trascinarmi lungo la strada e in un vicolo mentre mi dava colpi al lato della testa e mi urlava di stare zitto.

Dopo aver chiesto aiuto agli uomini che guidavano o guardavano nelle vicinanze e sono stati rifiutati, un uomo alla fine mi ha chiesto se conoscevo il ragazzo che mi stava picchiando e urlando.

Quando ho risposto "No", ha gridato aiuto ed è corso verso di me. Il mio aggressore mi ha rilasciato e si è allontanato con calma.

Dopo avermi tirato in piedi, il buon samaritano ha gridato: “Ferma quel ragazzo. Ha appena provato a violentare quella ragazza! " Un paio di uomini hanno tenuto fermo l'uomo fino all'arrivo della polizia.

A mio discapito, la polizia mi ha solo interrogato sul motivo per cui mi trovavo in quel particolare quartiere e ha aspettato che i miei amici (due maschi bianchi) confermassero la mia presenza al loro arrivo.

Hanno anche interrogato il mio aggressore e mi hanno detto che dovevo dimostrare di non conoscerlo.

Il mio aggressore ha detto loro che stavamo uscendo insieme, che ero ubriaco e che stavamo semplicemente litigando con l'amore, cosa che ho negato con veemenza. Con la mia carta d'identità in mano, gli hanno chiesto informazioni sul mio indirizzo e hanno chiesto informazioni personali su di me.

Non sono riuscito a sentire le risposte. Tutto quello che riuscivo a ricordare era lo sguardo compiaciuto mentre i suoi occhi si insinuavano nella mia anima. Era come se sapesse che lo avrebbero lasciato andare.

Non importa quello che ho detto, la polizia si è rifiutata di prendere un rapporto da me, affermando che non c'era nulla che potessero fare poiché non hanno assistito all'aggressione dell'uomo, ha detto che era una disputa domestica, non avevo lividi (ancora), e in realtà non ero stata violentata.

Fu in quel momento che finalmente capii cosa significava essere una donna nera in America - qualcosa che non aveva davvero risuonato in me in modo negativo prima di quell'incidente.

Non ho potuto fare a meno di pensare: "Questo non succederebbe se fossi bianco".

Ciò includeva gli uomini che mi hanno visto farsi male e sono intervenuti solo perché un altro uomo ha detto loro di farlo. Ero lì in un abito da cocktail, in piedi tra uomini in uniforme e completo mentre il mio aggressore vestito di sporco mi sorrideva compiaciuto.

Mi faceva male il cuore. Non solo ero umiliato e furioso; Mi sentivo impotente. Peggio ancora, mi sentivo a corto di gas e inutile.

I segni fisici dell'attacco andavano e venivano, ma il danno emotivo è andato avanti senza riparazione.

Non affrontando l'incidente, ho deciso di lasciare la mia amata città natale. Per sempre. Mi sono trasferito un po 'nel corso degli anni in Australia, Nuova Zelanda, Portogallo e Spagna nella speranza di sentirmi sempre più al sicuro.

Ho iniziato a studiare come la polizia interagiva con il pubblico, quasi ossessivamente, con il mio cellulare in mano, pronta a documentare e segnalare ogni segno di abbandono o abuso - soprattutto se l'imputato era una persona di colore.

In un caso, in una strada affollata di Melbourne, in Australia, un uomo di colore spettinato stava impazzendo. Mentre le persone lo evitavano, corsi dall'altra parte della strada. Mentre chiamavo i servizi di emergenza, un'auto della polizia si è avvicinata all'uomo.

Ha preso un'altalena, l'hanno portato a terra e hanno cercato di calmarlo. Più si calmava, più alleviavano la pressione fisica contro di lui.

Ha parlato e loro hanno ascoltato.

Iscriviti alla nostra Newsletter.

Iscriviti ora a YourTango's articoli di tendenza, superiore consigli degli esperti e oroscopi personali consegnati direttamente nella tua casella di posta ogni mattina.

Circa 20 minuti dopo, gli agenti hanno spiegato perché dovevano portarlo alla stazione. L'uomo ha permesso agli ufficiali di ammanettarlo e lo hanno portato via pacificamente. Non gli hanno mai gridato contro, sminuito, né hanno mai alzato un'arma per lui.

Quando sono arrivato in Nuova Zelanda, sono stato sorpreso di apprendere che molti Maori, gli aborigeni della Nuova Zelanda, si identificano con il conflitto che hanno sofferto gli indigeni della diaspora africana.

Hanno parlato del disperato bisogno di sostenere i valori e le tradizioni culturali, il razzismo sistematico, la violenza delle bande, la povertà, la malattia e altre questioni sociali.

L'unica differenza per me era che hanno mantenuto la loro identità culturale, mentre come afroamericano multi-generazionale, la mia eredità è stata cancellata e reinventata.

Di tanto in tanto qualcuno mi parlava di interazioni ingiuste con la polizia o vedevo nei telegiornali storie orribili sull'ingiustizia sociale e l'uso non necessario della forza. Secondo il NZ Herald, I Māoris hanno sette volte più probabilità di usare la forza contro di loro rispetto ai caucasici.

Queste statistiche mi colpiscono tanto quanto quando sento parlare di nativi americani, latinoamericani e neri che affrontano la brutalità per mano delle forze dell'ordine, come prigionieri nella loro patria.

Mentre mi sentivo più al sicuro nel mio paese straniero arricchito dalla melanina, mi sentivo infuriato e in colpa per l'assenza di pace per coloro che mi somigliavano nel mio paese d'origine, gli Stati Uniti. L'eccezionale dimostrazione di sostegno durante le marce Black Lives Matter in Nuova Zelanda durante l'estate non è stata una sorpresa per me.

Il mondo sta marciando per conto di BLM per Floyd dalla Nuova Zelanda all'Australia a Londra e Francia, Germania ed Europa al Sud America e ritorno. # ResignTrumpNow

- Alexander (@ Alexand27506822) 2 giugno 2020

Anni dopo, nel continuo spirito di avventura, mi sono trasferito in Spagna.

Purtroppo, un collega spagnolo ha notato che mi irrigidivo e afferravo il mio documento ogni volta che si avvicinava un'auto della polizia.

Inconsciamente, mi aspettavo di essere fermato e interrogato per paura di non sembrare che appartenessi. Successivamente mi sono liberato di questa paura. Tuttavia, ho visto immigrati africani fermati, inseguiti, perquisiti, maltrattati a Barcellona, ​​Madrid e Malaga.

Anche se ho sentito molte storie sulle molestie e l'uso della forza contro gli uomini africani in Portogallo, non è con la frequenza riportata negli Stati Uniti, ma abbastanza da trovarlo inquietante e problematico.

Se solo avessi il privilegio di assistere a queste tattiche nel mio paese.

L'applicazione della legge è pensata per fungere da pilastro della società civile che può essere raggiunta solo attraverso l'ordine, la compassione, il pensiero critico e la costruzione della fiducia.

Da quando mi sono trasferito all'estero, ho visto sempre più ufficiali sorridere e semplicemente lasciare che le persone fossero. Ogni tanto, vedevo una persona bianca ubriaca che rimproverava e aggrediva persone (di solito buttafuori) di colore.

Sono stati rapidamente arrestati dagli agenti di polizia, e questo era un enorme contrasto con l'uso armato della polizia contro i neri negli Stati Uniti - qualcosa che si verifica ancora oggi..

I reclami dovrebbero essere considerati con preoccupazione, pazienza, razionalità, calore e dovere civico. Nessuno dovrebbe farsi prendere dal panico se dimentica il proprio documento d'identità a casa o viene considerato "da / nel posto sbagliato".

La mia domanda è: cosa rende le attività di polizia così incomparabilmente diverse negli Stati Uniti rispetto ad altri paesi del mondo?

Nel 2020, insieme al resto del mondo, ho visto e letto storie apparentemente infinite su uomini, donne e bambini neri detenuti, picchiati e assassinati dalla polizia.

Ho visto tubi flessibili, gas lacrimogeni, proiettili, abusi verbali e pura forza bruta essere usati per reati minori o inesistenti. Che fine ha fatto l'uso di tattiche di riduzione dell'escalation?

Nel 2019, CNN ha riferito che i bambini neri scompaiono a un ritmo più alto rispetto ai bambini bianchi, ma non ne sentiamo parlare così spesso.

Abbiamo bianchi americani che chiamano le autorità contro i neri nella vita di tutti i giorni e bambini neri che vengono ammanettati dagli agenti di polizia.

Nella prima settimana di gennaio 2021, il mondo si è fermato quando alcuni seguaci del MAGA hanno agitato, vandalizzato e terrorizzato le strade di Washington DC e hanno preso d'assalto il Campidoglio degli Stati Uniti..

Quel tweet è solo un po 'troppo tardi. Dov'è la Guardia Nazionale? Se questa fosse una protesta del BLM, la Guardia sarebbe stata lì ieri. Va solo per mostrare. Regole diverse per persone diverse. #Vergognoso

- Jacqueline Jackson (@ NavyMom_903) 6 gennaio 2021

Abbiamo visto le forze dell'ordine scattare selfie con i rivoltosi e incoraggiarli a impegnarsi in comportamenti anarchici con il supporto di un presidente degli Stati Uniti in carica.

Gli arresti e le altre vittime del movimento Black Lives Matter mostrano un netto e cupo contrasto.

È stato riferito che 14.000 persone sono state arrestate durante le proteste del BLM, rispetto ai circa 120 partecipanti ai disordini del Campidoglio dove hanno violato e vandalizzato quello che dovrebbe essere uno degli edifici più sicuri al mondo.

Migliaia di americani bianchi hanno terrorizzato collettivamente la nostra nazione con la minima impunità per volere dell'uomo eletto per guidare il nostro paese.

Gli agenti di polizia sono stati aggrediti e cinque persone, compreso un ufficiale di polizia, sono morte a causa dei disordini. E ancora, i miei pensieri sono andati alla deriva a "Questa sarebbe una storia completamente diversa se non fossero bianchi".

Non ci sarebbe stata solidarietà e rispetto con gli agenti di polizia, la forza eccessiva sarebbe stata usata prematuramente e ci sarebbe stato più caos.

Mi rifiuto di provare nient'altro che amore per me stesso e per i miei concittadini americani mentre preghiamo insieme al mondo per l'uguaglianza e la giustizia.

È nostra responsabilità garantire che coloro che non mantengono il loro impegno a rispettare la legge e ad agire nell'ambito della moralità siano ritenuti responsabili delle loro azioni, riqualificati o rapidamente penalizzati quando le circostanze si complicano.

Anche se non negherei né discuterò mai le esperienze spiacevoli o orribili di chiunque sia stato influenzato da cattive pratiche di polizia, le mie esperienze di vita e di viaggio all'estero mi hanno dimostrato che non solo è fattibile, ma è un diritto innegabile di essere trattato con tutti. compassione, dignità e rispetto da parte delle forze dell'ordine.

CORRELATI: 7 esempi tangibili di cambiamento reale ispirato da vite nere Proteste e attivisti sulla scia dell'omicidio di George Floyd

Di tendenza su YourTango:

10 abitudini semplicissime che ti rendono IRRESISTIBILMENTE attraente 11 segni che sei stato allevato da un genitore tossico (e ti sta influenzando ora) come manifestare tutto ciò che vuoi, secondo TikTok

Quia Bethea è una scrittrice di viaggi e narratrice spagnola di New York City. Quando non scrive, studia due lingue, si prende cura di sé, balla, cucina o si gusta un bicchiere di vino con vista.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.